cerca

Horror Film

HORROR E THRILLER A TEMA NATALIZIO

iTunes new

Ella Mai



giovedì 14 dicembre 2017

Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Rey e Luke Skywalker, la Forza e la famiglia

Con Star Wars: Gli Ultimi Jedi continua il rinnovo della saga con la possibilità che Rey sia la figlia di Luke


In Star Wars: Gli Ultimi Jedi continuano le vicende di Rey e della scoperta del maestro Jedi in esilio Luke Skywalker mentre dal lato oscuro Kylo Ren cerca di mettersi in contatto con lei. Tra destino e scelta, ribellione e attrazione verso il lato oscuro, tra credo e fratellanza, in un conflitto padri e figli, "Gli ultimi Jedi" cerca di abbandonare gli eroi del passato muovendosi verso un nuovo futuro.

Star Wars: Gli ultimi Jedi
DATA USCITA: 13 dicembre 2017
GENERE: Fantascienza, Avventura, Azione
ANNO: 2017
REGIA: Rian Johnson
ATTORI: Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong'o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, Kelly Marie Tran, Laura Dern, Benicio Del Toro, Peter Mayhew, Billie Lourd, Jimmy Vee, Tim Rose, Mark Lewis Jones





La saga familiare, perché così appare, sintetizzando il tutto, continua con i discendenti, e se sappiamo che il cattivo Kylo Ren, è figlio di Han Solo e Leila, si speculano voci che Rey/Daisy Ridley possa essere la figlia di Luke.

L'attrice risoluta e spontanea ha dato vita al rilancio della saga di George Lucas, come una sorta di Luke Skywalker in versione femminile. Anche se la produzione tace, il sito Den of Geek mette in evidenza alcuni indizi per ritenere Rey l'erede di Luke.

L'indomita ragazza condivide la connessione con la Forza "La Forza scorre potente nella tua famiglia" diceva Yoda a Luke. E' una brava pilota e lo abbiamo visto col Millennium Falcon, considerando che è solo una commerciante di rottami e che non aveva mai pilotato un'astronave in battaglia, proprio come Luke a bordo degli X-Wing.

Nel "Risveglio" la vediamo attratta dalla spada di Luke, o meglio pare essere chiamata, dopo essere stata conservata in una cassa per decenni, riconoscendo subito Rey quando arriva nel castello di Maz.
Alla fine de Il Risveglio, Rey rivendica la sua primogenitura chiamando a sé la spada laser di Luke e Anakin Skywalker (Dart Fener), mentre Kylo Ren ritiene che la spada appartenga a lui, ma la spada risponde solo alla ragazza accettando alla fine il suo destino.

Poi vediamo Leia abbracciarla come se fosse un membro della famiglia ritrovato e dopo aver appreso la posizione di Luke da R2-D2, sa che lei è l'unico membro della famiglia in grado di convincere il fratello a tornare a casa e riprendere la sua spada laser per un'altra battaglia. Tra l’altro, il piccolo droide R2-D2 che è sempre attento e riservato, appare euforico di fronte a Rey mentre inizia a svelare i segreti del luogo di Luke, come se già sapesse e conoscesse molto bene la figliola dislocata a Jakku. 

Ma lasciando le speculazioni, il regista Rian Johnson in The Last Jedi procede verso nuovo cammino di questo franchise tentacolare, condividendo l’idea che il passato, pur meraviglioso, non può né dovrà tornare, bilanciando lo spettacolo con un nuovo carico di effetti. La sceneggiatura di Johnson accoglie le aspettative dei fan con abili cambiamenti e toni ironici raccontando sempre di un gruppo di forze ribelli che, alternativamente, fuggono e affrontano i loro nemici dal Primo Ordine, con viaggi verso meravigliosi pianeti, simpatici animaletti e vertiginose battaglie con spade laser.

il Porg del pianeta Ahch-to

Il risveglio della forza si concluse in modo brusco con la tenace Rey che rintracciava il solitario Luke Skywalker nel desolato e acquoso pianeta di Ahch-To, ma prima il regista offre un preludio appariscente in una classica battaglia spaziale per introdurci nello spettacolare mondo di Star Wars.

Con il Nuovo Ordine che punta i suoi giganteschi cannoni spaziali verso i ribelli, il pilota Poe Dameron/Oscar Isaac, come un novello Han Solo si getta sulla massiccia nave del generale Hux (Domhnall Gleeson), un cattivo malizioso, servitore del capo supremo Snoke/Andy Serkis. Mentre i ribelli fuggono prima di rendersi conto che potrebbero restare intrappolati nello spazio, la maggior parte del film si colloca tra due scenari: la sopravvivenza dei ribelli sotto la guida incessante del generale Leia Organa/Carrie Fisher e gli sforzi di Rey sulla dimora rocciosa di Ahch-To per convincere lo sconfortato Luke a riprendere la lotta dopo il fallimento negli insegnamenti al nipote Kylo, il quale oscilla tra l'attrazione per Rey e nell'esitare a sparare alla madre, e poi a liberarsi del Leader Supremo Snoke. 

Amilyn Holdo/Laura Dern

"Uccidi il passato" sembrano essere le parole d'ordine di questo film intermedio della nuova trilogia e questo pare vedere lentamente. Già nel precedente era stato fatto fuori Han Solo, adesso dopo la morte reale dell'indimenticabile Carrie Fisher, e che qui vediamo risorgere dopo un conflitto in una performance alla Superman nello spazio, in seguito non sappiamo se ritornerà in forma digitale.

Intanto Rey chiede a uno sdegnoso Luke di insegnarle i principi della Forza. Lui si rifiuta e si incammina nella rocciosa dimora dopo aver munto le sirene marine Thala, sorta di leoni marini, e accudito dalle Custodi (The Caretakers), creature simili a tartarughe con velo che vivevano ad Ahch-To e frequentavano l'antico villaggio Jedi sul pianeta, ospitante il primo tempio Jedi.


The Caretakers


Poiché tutto si concentra su Rey, bisogna ammetterlo, è lei la nuova ribelle in un film, come vuole la moda, che vira tutto al femminile insieme a tre donne: Amilyn Holdo/Laura Dern, con i capelli viola e una posizione di comando, Rose Tico/Kelly Marie Tran tenace combattente della resistenza, e dall'altra parte il ritorno di Capitan Phasma/Gwendoline Christie una imponente Stormtrooper donna (191 cm) nella sua armatura lucida. Donne che combattono e guidano, si commuovono e schiaffeggiano gli uomini cercando di far notare che combattere e uccidere non è sempre la soluzione migliore. Da segnalare anche il personaggio di Dj interpretato da Benicio Del Toro, sorta di hacker ladruncolo che fa il doppio gioco. 

Una politica aziendale forse ha deciso di togliere la formula classica che appariva nei film del passato con nobili combattimenti, escludendo gli eroi che muoiono di morte improvvisa, oppure in una dignitosa "morte con uno scopo" riducendo e privando di emozioni la narrazione, lasciando solo quelli di una giostra da divertimento. Forse, dato il finale, ci si aspetta che Luke si trasformi in un nuovo Obi Wan in questa serie, uno Jedi anziano con poteri eccezionali, ma Mark Hamill, con tutto il rispetto, non è un Alec Guiness, il cui lascito sui film originali anche se breve fu molto più incisivo. "Ricorda, Luke: la Forza sarà con te, sempre".

"Gli ultimi jedi" ha suscitato polemiche tra i fan della vecchia saga, suscitando divisioni mai viste in un film di Star Wars. Ormai è soprattutto una questione di punti di vista nel cercare un equilibrio tra l'amare una saga che si è portata via un pezzo della nostra vita, almeno per chi era adolescente nel 1977, con l'idea che adesso quella fetta gli sia stata tolta, modificata o ancora peggio messa in ridicolo.
Certo i tempi e il pubblico sono diversi e anche l'idea di merchandising miliardario, ma si trova difficoltà a trovare un equilibrio tra vecchio e nuovo, quasi quanto quello tra la Luce e il Lato Oscuro della Forza, anche se senza dubbio il divertimento è assicurato.



Vedi anche Star Wars 7 e Carrie Fisher






Star Wars: Gli Ultimi Jedi
(Star Wars: The Last Jedi)
USA - 2017
CAST
Regia: Rian Johnson
Attori: Oscar Isaac - Poe Dameron, Daisy Ridley - Rey, John Boyega - Finn, Adam Driver - Kylo Ren, Mark Hamill - Luke Skywalker, Benicio Del Toro - DJ, Carrie Fisher - Generale/Principessa Leia Organa, Domhnall Gleeson - Generale Hux, Laura Dern - Vice Ammiraglio Amilyn Holdo, Lupita Nyong'o - Maz Kanata, Andy Serkis - Leader Supremo Snoke, Kelly Marie Tran - Rose Tico, Gwendoline Christie - Capitano Phasma, Peter Mayhew - Chewbacca, Anthony Daniels - C-3po, Jimmy Vee - R2-D2, Tim Rose - Admiral Ackbar, Mike Quinn - Nien Nunb
Distribuzione:  The Walt Disney Company Italia 
Data uscita: 13 dicembre 2017







Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più