cerca

I

Film horror a tema natalizio

      Dieci film horror a tema natalizio

a

giovedì 20 agosto 2015

Le missioni impossibili di Tom Cruise

Molti si meravigliano che Tom Cruise a 53 anni si getti in prima persona nelle scene d'azioni di Missione Impossible senza controfigure, così come nell' ultima quinta avventura del franchise dove si aggancia a un aereo in volo sospeso a 1500 metri, pensando a cosa escogitare per il sesto episodio annunciato per il 2017. Ma forse è una sfida a se stesso dopo la bravata nel grattacielo dell' hotel Burj Khalifa dell'ultima avventura di M: I-4 che fece venire i brividi alla produzione.



Mission : Impossible nasce come serie tv nel 1966 dopo i successi dei film di spionaggio di James Bond e della serie The Man from U.N.C.L.E. Specializzati in travestimenti ed indagini sotto copertura un gruppo di abili agenti segreti lavorano per allontanare ogni possibile tentativo criminoso nei confronti della società sotto una sezione segreta chiamata Impossible Missions Force (IMF). La serie andò in onda con successo negli Usa dal 1966 al 1973, poi ripresa per altre due stagioni nel 1988. Ogni episodio si apriva con le istruzioni registrate su un’audiocassetta che prendeva fuoco dopo essere stata ascoltata dal capo dell’IMF con la frase cult “Il presente nastro si autodistruggerà entro cinque secondi”.


Il cast della serie tv nel 1966

La Paramount possedeva i diritti della serie tv e aveva cercato per anni di fare una versione cinematografica, ma non erano riusciti a venirne a capo. Tom Cruise era stato un fan dello show fin da quando era giovane  pensò che sarebbe stata una buona idea per farci un film.
L'attore scelse Mission: Impossible come primo progetto della sua nuova società di produzione e convinse la Paramount a mettere su un preventivo di 70 milioni. Venne ingaggiato Brian De Palma per dirigere il film nel 1996. Il film risultava ancora legato alla serie tv rispetto ai successivi che sarebbero prodotti più avanti. Per rendere la sequenza del treno più realistica l'attore volle un vento potente che poteva spostare il treno. Cruise ebbe  difficoltà a trovare una macchina giusta per creare l'effetto della velocità del vento simulata. Il film naturalmente ebbe successo generando critiche positive da gran parte del pubblico, meno dai critici cinematografici che come scrive il Washington Post :"Ci sono emozioni vuote, e un po' di suspense. Ma per tutto il film, siamo in attesa di qualche traccia di personalità."

Mission Impossible (1996)


Se il primo film aveva avuto con De Palma una struttura di spionaggio tradizionale, con John Woo nel secondo capitolo M:I-2 (2000) si cercò di esaltare le doti acrobatiche con l'iniziale sequenza mozzafiato nelle rocce del Dead Horse Point State Park e le corse in moto slow action, ma anche qui venne criticata la trama, il dialogo, una scarsa corrispondenza con il materiale di origine, e la mancanza generale di sostanza, optando solo per l'azione pura.

Mission Impossible 2 (2000)

Nel 2006 toccherà a J.J. Abrams con M: I-3 il suo primo film da regista, il quale cercherà di dare un certo spessore ai personaggi - meno incredibili di quelli di J. Woo, ma sempre spettacolari – fra i rapporti del protagonista con gli altri membri della squadra (come era nella serie tv) analizzando il conflitto tra la vita privata e il lavoro di un agente segreto. Oltre ai soliti inseguimenti  Cruise si dovrà lanciare da un grattacielo di Shanghai.

Mission Impossible 3 (2006)

Il quarto della serie Mission: Impossible - Protocollo Fantasma esce nel 2011 girato con videocamere per IMAX un formato con risoluzione maggiore delle pellicole tradizionali, per poter essere proiettato in sale apposite, esaltando ancora di più le scene spettacolari come l'arrampicata stile Spiderman nel grattacielo più alto nel mondo a Dubai il Burj Khalifa. Probabilmente al pubblico interessano ancora l'azione sulla psicologia dei personaggi poiché questo quarto film come incassi superò di gran lunga il precedente diventando il maggior introito di tutta la saga.  

Mission Impossible 4 (2011)

Ora siamo giunti al quinto episodio Mission: Impossible Rogue Nation con un occhio a un sesto, che nei cinema estivi americani sta spopolando più di Ant-Man. Proprio ora che il divo non riusciva a convincere la critica come star d'azione nelle precedenti pellicole qui fa un entrata trionfale. Questo nuovo "Mission: Impossible", con la regia di Christopher McQuarrie (che ha già diretto Cruise in Jack Reacher ) aumenta l'azione ad ogni livello. Sempre più spericolato di James Bond, non solo si aggrappa a un aereo nella sequenza di apertura, egli resiste alle percosse di un criminale spaccaossa noto come Janik Vinter (Jens Hulten). Si fa un tuffo pericoloso in un tunnel d'acqua sotterranea in apnea, ferma un tentativo di assassinio all'Opera di Vienna, imbocca un inseguimento in auto a Casablanca e poi salta su una moto attraverso le strade tortuose del Marocco. Se ci fosse un Oscar per le acrobazie, M: I-5 lo vincerebbe.

Mission Impossible 5 (2015)
La storia - in fondo - non è mai stata un punto di forza della serie qui non si trattano avventure di spionaggio puro che richiederebbero appunti mentali da seguire per lo spettatore. In questa puntata, Ethan Hunt (Cruise) combatte contro un'agenzia segreta nota come il Sindacato, gestito da Solomon Lane (Sean Harris) un ex agente britannico. La sceneggiatura mantiene saggiamente la narrazione concentrata sull'epica battaglia tra il bene e il male, non tralasciando alcun complotto per richiamare le sue azioni. Ilsa Faust (Rebecca Ferguson) riuscirà a risvegliare il sex appeal di Tom nonostante i 21 anni di differenza, ma non solo, la Ferguson non si limita a inseguire Cruise per buona parte del film nella figura di una spia che non si sa da che parte stia, gli tiene anche il passo sia a mani nude che con armi da fuoco. Come in Jack Reacher dove l'eroina era Rosamud Pike, Mission: Impossible 5 probabilmente sarà ricordato anche per la sua amazzone che condivide lo schermo col protagonista.
Con i suoi 131 minuti di intrattenimento e pura evasione "Rogue Nation" dimostra che non tutti i sequel possono essere delle scialbe imitazioni di ciò che è stato in precedenza.

Blu-Ray disponibile su Amazon

___

Mission: Impossible - Rogue Nation 
( Mission: Impossible - Rogue Nation )
USA - 2015
Cast
Regia: Christopher McQuarrie
Attori: Tom Cruise - Ethan Hunt, Jeremy Renner - William Brandt, Simon Pegg - Benji Dunn, Ving Rhames - Luther Stickell, Rebecca Ferguson - Ilsa Faust, Sean Harris - Solomon Lane, Alec Baldwin - Alan Hunley
Soggetto:  Bruce Geller - (serie TV), Drew Pearce
Sceneggiatura: Christopher McQuarrie
Musiche: Joe Kraemer
Uscita 19 agosto 2015








Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più