cerca

Horror Film

HORROR E THRILLER A TEMA NATALIZIO

iTunes new

Ella Mai



sabato 19 maggio 2018

Parigi a piedi nudi. Dal Canada alla Francia per cercare la zia scomparsa

Una bibliotecaria canadese si perde nella città di Parigi per aiutare e cercare la vecchia zia, una commedia comica e satirica tra Chaplin e Tati


La vita piatta e monotona di Fiona (Fiona Gordon), un eccentrica bibliotecaria di una località sperduta fra i ghiacci canadesi, viene sconvolta dall’arrivo di una lettera di aiuto dalla vecchia zia Martha (Emmanuelle Riva), stravagante figura che vive a Parigi. Fiona non la vede da anni perciò corre in soccorso della zia, ma una volta arrivata nella capitale francese scopre che l’anziana sembra misteriosamente scomparsa. Sulle tracce della fuggitiva, Fiona troverà Dom (Dominique Abel), un galante clochard parigino, vanitoso e a suo modo affascinante che si innamorerà di lei.


Parigi a piedi nudi
Titolo originale: Paris pieds nus
Data uscita: 17 maggio 2018
Paese: Francia
Genere: Commedia
Anno: 2016
Regia: Dominique Abel, Fiona Gordon
Attori: Dominique Abel, Fiona Gordon, Emmanuelle Riva, Pierre Richard. 





Parigi a piedi nudi è una deliziosa commedia ricca di gag comiche che ricordano certi film di Chaplin o di Jaques Tati in chiave moderna. Diretta e interpretata da Fiona Gordon e Dominique Abel,  è incentrata sulle loro spassose interpretazioni con una trama semplice costruita intorno a una ricerca che parte dal freddo e nevoso Canada per arrivare nella solare Parigi raffigurando icone famose della città come la Torre Eiffel, la Statua della libertà e il cimitero di Perè Lachaise. 

Il film inizia in un anonimo villaggio innevato canadese dove Fiona, una bibliotecaria di mezza età, riceve una lettera da sua zia Martha (Emmanuelle Riva), lei lasciò il Canada molto tempo prima per trasferirsi a Parigi. Ora a 88 anni, Martha chiede a Fiona di venire per impedirgli di essere portata in una casa di riposo. Una triste prospettiva data anche dal percorso fuori luogo che ha compiuto la lettera: un cestino per i rifiuti viene scambiato per la buca delle lettere, e un ignoto mittente la fa pervenire da una postina che quasi congela tutti i presenti dopo aver aperto la porta dell'ufficio di Fiona durante una tormenta.

Arriva a Parigi con zaino rosso e bandierina canadese, indossando un vestito verde brillante che contrasta nettamente con i suoi capelli rossi. Fiona è felice di essere a Parigi, ma è come un pesce fuor d'acqua, non conosce la lingua si trova a vagare in cerca dell'abitazione della zia, non prima di finire nella Senna mentre vuole farsi una foto da un uomo che fa jogging e la immortala durante la caduta. 

Salvata da una barca di passaggio si ritrova senza soldi e passaporto, oggetti che finiranno nelle mani di Dom (Abel) un clochard che dimora dentro una tenda. Da annotare la scena quando all'ora del pranzo Dom consulta prima un menù all'esterno di un barcone-ristorante per poi immergersi dentro un bidone dei rifiuti cercando gli avanzi del menù precedente, trovando un succoso peperone da cuocere al vapore di una griglia di un marciapiede.  

Il nostro galante clochard, dopo aver trovato la borsa con i soldi di Fiona, non immaginando a chi appartiene, si regala una cena al barcone-ristorante, seduto in un tavolino, accanto alla porta del bagno e degli altoparlanti che un dj mette a tutto volume facendo saltare chi gli sta accanto. 
La fortuna vuole che anche Fiona si trova nel locale e i due sconosciuti condividono un tango conoscendosi l'un l'altro, la donna però si accorge che l'uomo indossa il suo maglione e vede tirare fuori la sua borsa che aveva perso. 

Dato che l'intenzione del film è quella di stimolare le risate, Parigi a piedi nudi trattiene un certo romanticismo, concentrandosi in episodi bizzarri e divertenti, con scambi di persona in quello che si pensa sia il funerale di Martha: in una sala piena di estranei, Dom inizia un discorso di elogio sulla sconosciuta del tutto inappropriato, arrivando ad aprire la bara per scoprire un altra Martha. 

La vera Martha invece cerca di scappare dall'infermiera che arriva per portarla via, nascondendosi tra le braccia di un vicino di casa e poi riuscendo a sedurre l'innamorato Dom dentro la tenda durante il sonno, pensando che si tratti di Fiona, una scena d'amore improbabile su uno schermo diviso: Fiona si trova nella casa della zia, mentre Dom in tutt'altro posto.




Parigi a piedi nudi è anche un toccante addio per l'anziana attrice Emmanuelle Riva, (interprete del drammatico film Kapò di Gillo Pontecorvo nel 1959), morta a gennaio 2017 qualche mese dopo le riprese del film. L'attrice illumina la scena ogni volta che la vediamo, in specie nel duetto con un altro grande attore francese come Pierre Richard , seduti in una panchina nel cimitero di Père Lachais, tra passi di danza muovendo solo i piedi.

Una deliziosa commedia divertente dove i personaggi si rincorrono e si scontrano in continuazione, personaggi solitari senza amici che si aiuteranno l'un l'altro, affrontando temi esistenziali come la morte, la libertà, la solitudine e infine l'amore, il tutto in chiave ironica e satirica o burlesque.


Parigi a piedi nudi - Trailer italiano






Parigi a piedi nudi
(Paris pieds nus)
Francia, Belgio - 2016
CAST
Regia: Dominique Abel, Fiona Gordon
Attori: Dominique Abel, Fiona Gordon, Emmanuelle Riva, Pierre Richard
Distribuzione
ACADEMY TWO
Data uscita: 17 maggio 2018







Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più