cerca

CATTIVISSIMO ME 3

CATTIVISSIMO ME 3
Dal 24 agosto al cinema

a

lunedì 7 agosto 2017

La Torre Nera. Un fantasy dalla saga di Stephen King | Film 2017

La Torre Nera, film fantasy con Idris Elba e Matthew McConaughey ispirato alla saga di Stephen King e una serie tv in arrivo. Trama e citazioni dai romanzi di King

In uscita il 10 agosto



La Torre Nera è un film tratto dall' omonima saga fantasy scritta da Stephen King. Tra viaggi in mondi paralleli connessi in un unico insieme, l'ultimo pistolero Roland Deschain è bloccato in una battaglia eterna con Walter O'Dim, noto anche come l'Uomo in Nero, determinato a impedirgli di rovesciare la Torre Nera, una costruzione leggendaria che si dice essere il punto di snodo dell'universo, il "perno" di tutti i mondi. Con il destino dei mondi in gioco, il bene e il male si scontrano nella battaglia finale, poiché solo Roland è l'unico che può difendere la Torre dall'Uomo in Nero. 

The Dark Tower © 2017 CTMG


L'idea di trarre un film dagli otto volumi dell'opera di King è stata considerata da lungo tempo con progetti spesso abbandonati. Una serie a fumetti della Marvel apparve nel 2007. Forse perché si tratta di una storia difficile, un mix di generi fra western, fantascienza e horror che però a livello commerciale fece gola a molti da JJ Abrams alla Universal che nel 2010 acquistò i diritti per cinque milioni di dollari, ma dopo due anni rinunciarono al progetto. Ora ci riprova la Sony con un budget da 60 milioni di dollari e la regia di Nikolaj Arcel. 

Se ci sarà un buon risultato commerciale al box office, La Torre Nera continuerà con un sequel cinematografico, intanto la Sony ha dato il via alla produzione di una serie tv composta da i dieci o tredici episodi che dovrebbe essere trasmessa nel corso del 2018, come adattamento del quarto romanzo della serie, La sfera del buio, diventando quindi un prequel rispetto al film e concentrandosi sulle origini del personaggio di Roland.

La trama

Il giovane Jake (Tom Taylor) ha delle visioni, ma tutti pensano che sia in qualche modo da portare da un medico, sua madre (Katheryn Winnick), lo manderà da uno psichiatra. Sostiene di essere tormentato da oscure visioni di un mondo parallelo con la sagoma di una torre scura che si staglia all'orizzonte, un fantomatico pistolero e quella di un uomo in nero fra immagini di morte e sofferenza. Un episodio durante la seduta persuaderà Jake che non si tratta di semplice suggestione. 

Lo studio del medico si metterà a tremare, poi a casa insieme al letto e alla camera,  le immagini nella sua testa diventano ogni giorno che passa più reali. E' un ragazzo a cui manca la figura paterna, di un padre rimasto vittima in un incidente. Gli appare inoltre la visione di un pistolero che vede morire suo padre per mano dell'Uomo in Nero il quale riesce a fermare le pallottole con le mani.

Strani personaggi poi si presentano a casa sua tanto che sarà costretto a fuggire da una finestra del bagno. I brandelli dei sogni vengono immortalati dal ragazzo in alcuni schizzi a carboncino che lo condurranno in un vecchio edificio dove è nascosto un congegno che si attiva con un codice 19-19 avuto in visione.  

Il congegno porta ad un passaggio per Medio-Mondo, la dimensione parallela immaginata da Jake, un territorio desertico e roccioso dove il giovane troverà un pistolero (personaggio ispirato a Clint Eastwood) di nome Roland Deschain (Idris Elba), che dovrà raggiungere la Torre prima che venga distrutta dal perfido stregone Walter O'Dim (Matthew McConaughey), chiamato l'Uomo in Nero contro il quale Roland è condannato a combattere per proteggere il suo e il nostro mondo.
Intanto l'Uomo in Nero scopre che qualcuno ha attivato il portale e torna a New York per indagare, mentre il ragazzo e il pistolero si avventurano in una foresta ostile abitata da mostri letali.

Ciò che rende l'uomo in nero spaventoso, è la malinconia con cui egli impone il suo potere, comandando la gente a uccidersi per capriccio. McConaughey rende questa figura un demone risoluto , un esecutore con stile. Roland ha un conto personale con l'uomo in nero, ed è un cowboy con le pistole forgiate dal metallo proprio di Excalibur e un certo sesto senso.
Jake ha una capacità psichica sviluppata, The Touch, in una sorta di precognizioni, entrando in sintonia con Roland e sviluppando un forte legame padre-figlio.
Mentre la Torre rappresenta una sorta di "perno" dell'universo dove i destini dei due mondi dipendono da essa. 


La_Torre_Nera-film- locandina


Con milioni di lettori fedeli e un ambiente fantastico, la serie di libri di Stephen King "The Dark Tower" ha colpito di nuovo Hollywood, sempre alla ricerca del prossimo "Signore degli Anelli" o "Harry Potter" da commercializzare. I romanzi di King, riguardanti un misterioso pistolero in una ricerca per salvare l'universo, potrebbero essere i segni di un potenziale blockbuster. Lo stesso King venne ispirato per la Torre Nera dai film di Sergio Leone e Il Signore degli Anelli.

Variety riporta che il pubblico in occasione delle proiezioni di prova non ha potuto comprendere la mitologia e ha valutato male il film. La Sony e MRC ammettono che La Torre Nera non era una sfida facile. I libri si muovono avanti e indietro nel tempo e raccontano più generi, dai film gangster alle leggende arturiane. E' stato difficile unire le parti di molti libri in un film di 90 minuti semplificando tutto e che possa soddisfare sia i devoti di King che il pubblico principale.


La Torre Nera , le citazioni nel film ai romanzi di Stephen King

Molte sono le citazioni ai romanzi di King inserite nelle scene: dalla foto dell'Overlook Hotel nello studio medico, un parco a tema abbandonato nella foresta Penniwise da It.  Le visioni profetiche di Jake sono chiamate "The Touch" nei  libri della Torre Oscura, usate dagli abitanti del Mid-World riferite ai bambini che hanno la capacità di vedere la realtà oltre i loro sensi naturali. "The Touch" è scambiato per "The Shine" nel film, ed è ciò che Jake e Roland hanno in comune tra loro, così come altri bambini nelle storie di King, cioè  Danny Torrance in  The Shining, che ha la capacità di vedere gli spiriti maligni nel Overlook Hotel e parlare con il suo amico non-così-immaginario Tony.
Un modellino di una macchina rossa e bianca, una Plymouth, del 1958 ricorda Christine.
Lo stesso numero 19 nella serie è un numero magico. Stephen King iniziò a scrivere la sua serie di Dark Tower all'età di 19 anni. Potrebbe essere stato questo che lo ha portato all'idea di scegliere il 19 un elemento così significativo.


Il film promette molta azione in stile Matrix e un abbondanza di proiettili fluttuanti con scene di lotta e superpoteri, diverso da gran parte del suo materiale originale, in gran parte impostato nella moderna New York e raccontato dal punto di vista del giovane. Nell' insieme un bel videogioco metafisico e paranoico che ha dei buoni effetti visivi speciali, e che intrattiene piacevolmente.


Se The Dark Tower si rivelerà uno dei più grandi flop estivi, non dovrebbe sorprendere, dato i numerosi rimaneggiamenti nella sceneggiatura, ma se incontrerà i favori del pubblico sarà un esperimento questa volta riuscito.

Uscito il 4 agosto negli USA non ha ricevuto recensioni positive dai critici, ora si attende l'esito del pubblico.




La Torre Nera  - trailer italiano




La Torre Nera
(The Dark Tower)
USA - 2017
CAST
Regia: Nikolaj Arcel
Attori: Matthew McConaughey - L'Uomo in Nero, Idris Elba - Roland Deschain/il pistolero, Tom Taylor - Jake Chambers, Claudia Kim - Arra Champignon, Fran Kranz - Pimli, Abbey Lee - Tirana, Jackie Earle Haley - Sayre, Katheryn Winnick - Laurie Chambers, Nicholas Hamilton - Lucas Hanson, Alex McGregor - Susan Delgado, José Zúñiga - Dott. Hotchkiss, Michael Barbieri - Timmy, Karl Thaning - Padre di Jake, Ella Gabriel - Rose, Eva Kaminsky - Jill, Kenneth Fok - Johnny
Distribuzione
WARNER BROS. PICTURES ITALIA
Data uscita:10 agosto 2017










Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più