cerca

Horror Film

HORROR E THRILLER A TEMA NATALIZIO

iTunes new

Ella Mai



venerdì 26 gennaio 2018

L’ora più buia - Darkest Hour. Gary Oldman è un tremendo Winston Churchill

L’ora più buia, film biografico sulla figura di Winston Churchill con un Gary Oldman da Oscar


Il film L’ora più buia - Darkest Hour, si svolge nelle prime settimane di guida del proprio paese da parte di Winston Churchill durante la Seconda Guerra Mondiale. Spiritoso, brillante e tremendo, Churchill è un uomo che all’età di 65 anni appare inadatto a ricoprire il ruolo di Primo Ministro, osteggiato dai suoi stessi uomini di partito, soprattutto in un contesto disperato come quello europeo con i tedeschi alle porte e l'esercito inglese arenato a Dunkerque. 

L'ora più buia
DATA USCITA: 18 gennaio 2018
GENERE: Biografico, Drammatico, Storico, Guerra
ANNO: 2017
REGIA: Joe Wright
ATTORI: Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane, Ronald Pickup, Ben Mendelsohn, Nicholas Jones, Richard Lumsden.







Il regista inglese Joe Wright, che ha tra i suoi lavori dei titoli da opere letterarie come Orgoglio e pregiudizio (2005) Espiazione (2007) Anna Karenina (2012), in questo L'ora più buia - Darkest Hour viene ispirato da una vera vicenda biografica di un episodio cruciale sulla vita di Winston Churchill. 

La Gran Bretagna nel 1940 si trovava sull’orlo del precipizio, Hitler aveva conquistato gran parte dell'Europa e la Francia si preparava a cedere. Il primo ministro inglese Chamberlain, giudicato incapace, è costretto a dimettersi: ci vuole un nuovo sostituto.

Durante una cena alcuni membri del partito sono tutti a favore del segretario degli Esteri Lord Halifax (Stephen Dillane) ma Halifax pensa che questo, data la situazione difficile,  non è il momento per sostenere il ruolo di Primo ministro.

Intanto Elizabeth Layton (Lily James) sta iniziando il suo primo giorno di lavoro come segretaria di Winston Churchill (Gary Oldman). Churchill riceve una telefonata dall'ambasciatore francese informandolo che le truppe tedesche hanno già invaso l'Olanda e il Belgio.

Poco dopo verrà invitato dal re Giorgio VI (Ben Mendelsohn) il quale non è molto l'entusiasta nello scegliere Churchill, ma Chamberlain dice che, nonostante tutti abbiano paura, Churchill è l'unico che ha il pieno sostegno dell'opposizione. Quindi il re gli offre ufficialmente la carica di Primo Ministro.


Il film ci ricorda che non tutti erano proprio felici nel seguire il nuovo Primo Ministro col suo sigaro sempre acceso e le maniere poco convenzionali. I suoi nemici al momento non sembrano essere Hitler e Mussolini, ma il vecchio ex Chamberlain e il pacifista Lord Halifax, che si battono per cercare un accordo di neutralità con i nazisti, progettando di far saltare il governo e la posizione se Churchill non accetta.

Il Primo Ministro si troverà a combattere su due fronti con questa situazione spinosa dove i nemici sono in casa, ma anche fuori a pochi chilometri, divisi solo dal Canale della Manica, cercando anche di mentire alla nazione sul fatto che gli inglesi vinceranno.
Intanto migliaia di uomini sono intrappolati sulla spiaggia di Dunkirk, Churchill chiederà aiuto agli americani con una telefonata a Roosevelt, ma questo aiuto gli verrà negato, l'unica soluzione è inviare dei civili con le loro barche e salvare i soldati.

Churchill nonostante il parere contrario degli altri parlamentari insisterà sulla linea dura della guerra alla Germania. Prima di annunciare il discorso per cercare di far approvare la sua idea, durante il tragitto verso Westminster, prende sul serio le parole del re il quale gli dice di incontrare la gente e sentire un loro parere.

Si ritroverà con difficoltà a prendere la metropolitana tra gli sguardi allibiti e sorpresi della gente comune che non crede ai propri occhi, trovarsi faccia a faccia con il Primo Ministro in persona. Egli parlerà con loro, in un certo senso, per cercare di sentire il polso della situazione, il momento forse più emotivo del film, trovando conferma sulla sua linea di combattere a tutti i costi per evitare l'invasione dei nazisti.



L'ora più buia andrebbe visto in concomitanza con Dunkirk, il film di Christopher Nolan, dato che si svolge in parallelo alla vicenda storica, certo questo film è meno ambizioso di quello di Nolan, concentrato tutto sulla recitazione di Oldman truccato in modo efficiente da sembrare quasi impossibile riconoscere, tanto che è stato candidato come migliore make up agli Oscar 2018 e si è assicurato un Golden Globe come miglior attore. 

Gran parte del film è incentrato sull'oratoria politica, gli intrighi, l'importanza della retorica e dei discorsi efficaci per sollevare la gente e gli stessi politici «Ha mobilitato la lingua inglese e l’ha spedita in battaglia» viene detto in una battuta finale. Questo per certi versi potrebbe annoiare lo spettatore su un film che supera le due ore e che vede solo pochissime scene di guerra.

Un certa staticità teatrale viene alleggerita con alcuni intermezzi simpatici dove vediamo la moglie Clemmie/Kristin Scott Thomas che lo chiama “il mio porcellino” cercando di supportarlo nei momenti difficili,  ed Elizabeth, la sua segretaria personale, la quale gli scrive i discorsi a macchina e poi viene accompagnata da Churchill nelle stanze del bunker vietate alle donne, mentre gli addetti strategici coordinano le azioni di guerra, con qualche momento di commozione quando Elizabeth espone la foto del fratello morto in Francia, cui Churchill si sente per certi versi colpevole, costretto nell'angosciosa condizione di dover affrontare le ore più buie e dure della sua vita, riuscendo a cambiare il corso della storia contemporanea per sempre.

Il film ha avuto 6 nomination agli Oscar 2018.

Gary Oldman è stato premiato con un Golden Globe 2018 come miglior attore drammatico e un Oscar 2018 come miglior attore protagonista e Miglior Make Up.


L'ora più buia - trailer italiano




L'ora più buia
(Darkest Hour)
GRAN BRETAGNA - 2017
CAST
Regia: Joe Wright
Attori: Gary Oldman - Winston Churchill, Kristin Scott Thomas - Clementine Churchill, Lily James - Elizabeth Layton, Stephen Dillane - Conte di Halifax, Ronald Pickup - Neville Chamberlain, Ben Mendelsohn - Re George VI.
Distribuzione:
UNIVERSAL PICTURES INTERNATIONAL ITALY
Data uscita:18 gennaio 2018

 







Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più