cerca

I

Film horror a tema natalizio

      Dieci film horror a tema natalizio

a

mercoledì 22 marzo 2017

The Ring 3 | Film 2017 | Samara si aggiorna e passa al digitale

La leggenda di The Ring è nota: chi guarda una videocassetta sentirà il telefono squillare, e una voce darà sette giorni di vita. E’ dal 2002, dalla versione occidentale, che lo spirito vendicativo di Samara Morgan continua a colpire la curiosità di coloro che sfortunatamente incappano  nella sua malefica videocassetta. Ma in The Ring 3 c'è qualcosa di diverso, oltre a passare al digitale, ci sono altre scene dentro il film malefico che nessuno ha mai visto prima.

The Ring 3 - film


The Ring 3 arriva dodici anni dopo dall'ultimo capitolo diretto da Hideo Nakata con Naomi Watts, questa ultima versione vede alla regia lo spagnolo F. Javier Gutiérrez il quale giustifica questo ritorno come un cambio di formato: nei primi due film in questione era un nastro VHS stregato; adesso viene considerata la moderna tecnologia digitale insieme al nostro modo di condividere i video nel 2017. "Volevo esplorare il modo in cui la tecnologia ha cambiato radicalmente la diffusione di una maledizione, anche la facilità di effettuare delle copie e tramandare una maledizione. Bastano solo due click per inviarla ai computer portatili o ai telefoni cellulari di decine di contatti. Oggi gli schermi sono ovunque, quindi non si è mai veramente al sicuro da Samara" dice il regista.

Nel film appare sempre un nastro VHS, ma ora viene considerato un oggetto vintage, dato che verrà ritrovato dentro un videoregistratore usato, appartenuto a un giovane deceduto durante un volo di linea: egli aveva guardato un video e una settimana dopo era morto.

Un paio d'anni più tardi una studentessa universitaria Skye (Aimee Teegarden) acquista l'apparecchio e Gabriel (Johnny Galecki) un professore, si offre di aiutarla a rimuovere una videocassetta incastrata. Gabriel guarda il video e vede le strane immagini, poi il telefono squilla. Una voce sull'altra linea dice semplicemente "sette giorni". La pioggia fuori inizia a cadere al contrario.

Vediamo poi Julia (Matilda Lutz) e il suo fidanzato Holt (Alex Roe) che studia al college dove insegna Gabriel. I due avranno una chat via Skype e la notte Julia avrà un brutto presentimento.
Il suo ragazzo sparisce e non risponde al telefono. Julia si mette alla sua ricerca al college, incontra Gabriel e scopre che il professore nasconde qualcosa. 

Una video chiamata arriva a Julia ma si tratta di Skye in preda al panico annunciando che "lei" è in arrivo. Julia scoprirà che i tre, Gabriel, Holt e Skye hanno un segreto e Julia se ne renderà conto presto. Quando andrà nell'appartamento di Skye, vede che sta mettendo qualcosa sul computer, il tempo di assentarsi in bagno, e al suo ritorno Samara ha già colpito.
 
Holt si farà vivo e spiegherà alla sua ragazza che loro fanno un esperimento e sono alla ricerca di qualcuno per passare il video ad altri in modo che possano essere risparmiati da una morte raccapricciante, ma Julia si oppone e si sacrifica vedendo il video, ci sarà la solita telefonata, ma in più si brucerà la mano, elemento insolito che non è mai accaduto.

Gabriel si accorge che la copia digitale del video vista da Julia è più grande del solito. La ragazza lo riguarda e scopre nuove immagini dentro il filmato che indicano il luogo di sepoltura del corpo di Samara. Dovranno andare a Sacrament Valley dove tutto ebbe inizio, intanto il professore nota che la bruciatura nella mano di Julia è una scritta in braille che significa "rinascita".

THE RING - La trilogia giapponese



The Ring 3 cerca di rimettere in ordine gli eventi in previsione di un riavvio della saga che secondo la critica appare noioso, poco pauroso, con una storia debole e aggiungo con personaggi nuovi che trovano difficoltà a trovare empatia verso lo spettatore. La figura di  Vincent D'onofrio  nella parte di un custode di cimitero cieco è alla base di tutta la vicenda e riesce a portare un poco di suspense in una storia stranota, che qui prende una piega scientifica dato che il professor Gabriel vuole dimostrare nella sua ricerca l'esistenza dell'anima immortale, cosa che tutti i biologi molecolari vorrebbero dare prova. Vediamo in più alcuni particolari della storia di Samara Morgan bambina dotata di poteri paranormali, ma anche della madre Evelin rinchiusa in una camera segreta sotto una chiesa e il padre biologico della bambina adottata. 

Il film ha un paio di piccoli brividi anche se insignificanti: una mosca che esce da una sigaretta del professore, i graffiti minacciosi all'interno una cripta, le cicale che appaiono numerose mentre la storia si avvicina alla sua fine, i capelli che escono dalla gola dalla prescelta Julia. Piccole cose in un film che cerca di arrivare faticosamente alla fine dei suoi 90 minuti, in un finale che non rappresenta propriamente la fine, ma come dice la scritta decifrata nella mano di Julia: una rinascita. 


  • The Ring 3 lo scherzo della Paramount


La Paramount Pictures per il lancio del film ha organizzato un evento particolare stile Scherzi a parte in un negozio. Mentre scorrono le immagini del trailer Samara, interpretata da una contorsionista, esce fuori da un televisore in esposizione fra il terrore del pubblico.  







  • The Ring 3  Trailer italiano





The Ring 3
(Rings)
USA - 2017
Regia: F. Javier Gutiérrez
Attori: Matilda Lutz - Julia, Alex Roe - Holt, Johnny Galecki - Gabriel, Aimee Teegarden - Skye, Bonnie Morgan - Samara, Vincent D'Onofrio - Burke, Zach Roerig - Carter, Chuck Willis - Blue, Patrick Walker (Patrick R. Walker) - Jamal, Laura Slade Wiggins (Laura Wiggins) - Faith, Lizzie Brocheré - Kelly.
Soggetto: Kôji Suzuki - (romanzo), David Loucka, Jacob Estes
Sceneggiatura: David Loucka, Jacob Estes, Akiva Goldsman
Fotografia: Sharone Meir
Musiche: Matthew Margeson
Distribuzione: Universal Pictures International Italy
Data uscita: 16 marzo 2017










Film consigliati e altro


2 commenti :

  1. Avevo la forte sensazione che fosse una boiata ma alla fine non ho resistito e ho deciso di tentare la sorte, andandolo a vedere. Ci ho messo cinque minuti a capire che era effettivamente una boiata, sin dalle prima scene quando il tipo sull'aereo si è messo a raccontare della videocassetta ad una perfetta sconosciuta.
    Peccato perché ad un certo punto sembrava quasi potesse esserci una svolta, quando Johnny Galecki sembrava volesse affrontare il mistero-Samara dal punto di vista scientifico.
    Alla fine è andato tutto in mona, come prevedibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto di vista scientifico di Johnny sarebbe stata una buona strada da seguire per evitare un inutile trama già scontata.

      Elimina

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più