cerca

I

Film horror a tema natalizio

      Dieci film horror a tema natalizio

a

venerdì 29 gennaio 2016

Joy | Film 2016 | Jennifer Lawrence e il sogno americano

Una storia vera con Jennifer Lawrence sul classico sogno americano di una donna che diventerà ricca e famosa.


Nel film di David O. Russell, Joy, interpretata da una magnifica Jennifer Lawrence, è una madre single separata da Tony che alloggia in cantina in attesa di trovare una sistemazione. Terry, la madre di Joy, è una video dipendente da soap opera, abulica che trascorre l'intera giornata a letto a guardare la televisione. A peggiorare le cose nella bizzarra famiglia arriverà Rudy il padre della ragazza riportato a casa dalla sua fidanzata in rotta ormai da tempo, che non avendo posto si sistemerà nella cantina insieme all'ex marito Tony. Lei era una bambina ingegnosa aveva inventato un collare antipulci fluorescente ma non lo aveva brevettato, ora è delusa dalla vita. La saggia nonna Mimi cercherà di infondere fiducia nella sua Joy, nei suoi sogni dovrà essere una donna forte, incontrare un uomo bello e costruire cose meravigliose.

Jennifer Lawrence- Joy 2015


Il regista David O. Russell (American Hustle, Il lato positivo) si ispira alla storia reale di Joy Mangano che negli anni '90 inventò il  Miracle Mop  una scopa con straccio autopulente diventando un imprenditrice e inventore di successo con altri oggetti casalinghi venduti nelle televendite.

Vedremo in una sorta di filmato familiare il narratore, la nonna Mimi (Diane Ladd), che introduce le sue nipoti a giocare fra la neve fuori del negozio di carrozzeria del padre Rudy (Robert De Niro) con la piccola Joy, la sorellastra Peggy (Elisabeth Röhm) nata dal precedente matrimonio del padre e un amica intima di Joy, Jackie (Dascha Polanco). Mimì ci introduce anche alla madre di sua figlia, Carrie (Virginia Madsen), ossessionata dalle soap opera. Joy ha grandi sogni da piccola. 

Ora Joy (Jennifer Lawrence) è cresciuta ma non ha capito niente della vita. Vive sotto lo stesso tetto con tutte le persone della sua famiglia a suo carico, la madre chiusa nella sua camera nel letto a guardare l'evoluzione di una soap opera, che non abbandonerà neanche quando un idraulico dovrà fare dei lavori. Il padre (De Niro), divorziato dalla madre, si piazzerà nel seminterrato in contrasto con l'affascinante ma senza lavoro ex marito di Joy, Tony (Edgar Ramirez). Una bambina a cui pensare, un lavoro precario in un aeroporto, e la cinica sorella Peggy che controlla ogni sua mossa, in mezzo a tutto la nostra protagonista non riesce ad avere un via d'uscita, nonostante abbia un dono naturale per inventare cose che potrebbero essere utili.

Joy 2015- La famiglia

All'inizio questo Joy sembra una tipica sitcom con dei personaggi stravaganti che ruotano intorno a lei, sorta di Cenerentola in una casetta di legno che cade a pezzi, aspettando il momento per riscattarsi. Poi da tutto questo frastuono di problemi familiari qualcosa cambia, ci sono le parole fuori campo della saggia nonna "Cosa è successo ai sogni di questa bambina ?" e rivolta alla nipote " Non hai tutta la vita davanti, ma te ne rimane comunque una buona parte. La speranza è l'ultima a morire". Ecco che la ragazza avrà un idea geniale e su un foglio incomincerà a disegnare quella che sarà la sua futura invenzione: la scopa mocio auto strizzate, ma non sarà facile metterla in atto nello spietato mondo degli affari prettamente maschile.

Anche se le parole "Miracle mop" o "Mangano," non vengono mai realmente pronunciate nel film questo suggerisce che Joy si muove nello stesso mondo di nomi alterati, personaggi complessi, tempi fuori luogo (gli anni '80/90) che abbiamo visto in American Hustle.

Nonostante la semplicistica idea dell’intero progetto, c'è un certo rigore al modo in cui Russell delinea le diverse sfide nel rappresentare l' impresa. La ragazza avrà la fortuna di avere una fonte di capitale sotto forma della ricca vedova, nuova fiamma di Rudy, una certa Trudy interpretata da una convincente Isabella Rossellini, la quale troverà una società in California disposta a fabbricare alcune parti della scopa in plastica economica (o almeno così gli fanno credere). Poi ci sarà il problema della distribuzione, e un oggetto a 19,95 è abbastanza caro visto che in genere questi articoli vengono venduti a 5 dollari.

Jennifer Lawrence- Joy 2015
Joy alterata dopo la seconda ipoteca sulla casa si sfoga 

La svolta avverrà quando entrerà in scena il 'principe azzurro' Neil Walker (Bradley Cooper) capo della rete QVC di televendite, anche se rimarranno solo amici, ma il primo avvio non sarà positivo. Fra bancarotta e truffe la povera Joy rimarrà senza un soldo. Successivamente con determinazione e occhiali scuri da bounty killer, avrà la sua rivincita, come una sorta di metaforica sfida O.K. Corral in un hotel del Texas incontrando segretamente chi l'ha truffata e gli ha procurato una doppia ipoteca sulla sua casa.

Questa commedia melodrammatica con finale a lieto fine è la classica rappresentazione del sogno americano, con un andamento quasi favolistico: la donna da una vecchia casa e senza denaro si ritroverà alla fine in una villa ricca e famosa. Fanno da cornice numerose canzoni d'annata come Aguas de Marzo di Jobim o Stray Cat Blues degli Stones.

La Lawrence si muove egregiamente, abbattuta e poi rialzata, l'eroina di Hunger Game si svela e colpisce, e le altre star di contorno rimpolpano, come la fumettistica Madsen e la dura affarista Rossellini in momenti di affettuosa follia. De Niro raffigura un personaggio ironico amabile, sornione, bisbetico dentro e fuori. La narratrice Diane Ladd la nonna perfetta. Dascha Polanco a volte ruba qualche scena nella miglior amica di Joy.

📰 Jennifer Lawrence ha avuto una candidatura agli Oscar 2016 come migliore attrice, ma si è dovuta accontentare di un Golden Globe 2016.




____

Joy 
USA - 2015
Regia: David O. Russell
Attori: Jennifer Lawrence - Joy, Robert De Niro - Rudy, Bradley Cooper - Neil Walker, Édgar Ramírez - Tony, Isabella Rossellini - Trudy, Diane Ladd - Nonna Mimi, Virginia Madsen - Terry, Dascha Polanco - Jackie, Elisabeth Röhm - Peggy, Susan Lucci - Danica, Laura Wright - Clarinda, Maurice Benard - Ridge, Jimmy Jean-Louis - Toussaint, John Enos III - Roderick, Marianne Leone - Sharon, Drena De Niro - Cindy, Isabella Crovetti-Cramp - Joy bambina, Emily Nunez - Jackie bambina, Madison Wolfe - Peggy Bambina, Aundrea Gadsby - Christie a 5 anni, Gia Gadsby - Christie a 5 anni, Tomas Elizondo - Tommy a 3 anni, Zeke Elizondo - Tommy a 3 anni, Alexander Cook - Bartholomew, Melissa Rivers - Joan Rivers, Donna Mills - Priscilla.
Soggetto: Annie Mumolo
Sceneggiatura: David O. Russell, Annie Mumolo
Fotografia: Linus Sandgren
Musiche: West Dylan Thordson, David Campbell
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Data uscita 28 gennaio 2016



Joy Movie
3 / 5










Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più