cerca

I

Film horror a tema natalizio

      Dieci film horror a tema natalizio

a

lunedì 8 maggio 2017

Gold - La grande truffa | Film 2017 | Storia vera di un sogno americano

Gold - La grande truffa è ispirato su una storia vera di un uomo alla ricerca dell'oro e di un sogno

Kenny Wells (Matthew McConaughey) è un uomo d'affari alla ricerca del colpo milionario. Grazie al geologo Michael Acosta (Edgar Ramirez) troveranno nella giungla Indonesia, una delle più grandi e fruttuose miniere d'oro. Divenuto ricco e avido di denaro, Wells si scontrerà con gli squali della finanza di Wall Street, imparando presto che non è tutto oro quel che luccica.

Gold - La grande truffa
DATA USCITA: 04 maggio 2017
GENERE: Avventura, Drammatico, Thriller
ANNO: 2016
REGIA: Stephen Gaghan
ATTORI: Matthew McConaughey, Bryce Dallas Howard, Toby Kebbell, Edgar Ramirez, Rachael Taylor

Gold - La grande truffa


Matthew McConaughey ha già avuto a che fare con personaggi abbagliati dall'oro dopo Sahara e Tutti pazzi per l'oro (2008) in questo film drammatico Gold - La grande truffa invece rappresenta un uomo alla ricerca di un sogno.

Diretto da Stephen Gaghan (Syriana) il film è liberamente ispirato alla storia vera accaduta nel 1993 chiamato lo scandalo Bre-X dove un deposito di oro massiccio venne presumibilmente scoperto in una giungla dell' Indonesia, tuttavia per motivi legali e per migliorare l'attrazione del film, i nomi dei personaggi e alcuni particolari della storia sono stati cambiati.

McConaughey trasformato visibilmente, quasi pelato e con la pancetta, appare una sorta di gonzo che agisce d'istinto in cerca del suo sogno, cioè trovare l'oro in una miniera nascosta fra la giungla e diventare ricco sfondato.


"Era il mio sogno. Lo avevo sognato. Se vendi i tuoi sogni, cosa ti rimane?"

- Kenny Wells (Matthew McConaughey)

Dopo aver ereditato la compagnia mineraria del padre, Wells si rende conto che non ha né la pazienza né il dono per questo particolare lavoro di gestione. Kenny Wells è un uomo cresciuto nel settore minerario, quel tipo di uomo, come suo padre, che non ha paura di andare in montagna e cercare la fortuna nella terra con le proprie mani, ma in un business dove un lancio di dadi può fare la differenza tra grandi ricchezze e il completo fallimento, il dado però deve sempre cadere dalla parte giusta. Egli incarna lo spirito imprenditoriale dell'America degli anni '80, forse la parte migliore, con una convinzione incrollabile che supera tutti gli ostacoli per vincere ad ogni costo.
 
Da un bar che usa a modo di ufficio gli affari non vanno molto bene, ma l'istinto gli dice di perseverare. Incontrerà il mitico geologo Mike Acosta con le sue astruse teorie, conteso da molte compagnie minerarie, per proporgli un affare: individuare un luogo alimentato da un fiume noto per la sua fornitura irregolare d'oro, un luogo conosciuto solo dai nativi. In apparenza può sembrare folle, ma Acosta infonde una certa fiducia sull'operazione. Wells venderà quasi tutto della vecchia compagnia  per comprare attrezzature e le trivelle per scavare nella giungla. 

I due avventurieri faranno un contratto simbolico 50 e 50 scritto su un tovagliolo e firmato da Mike. Quando troveranno il più grande ritrovamento d'oro nella storia di tutti i tempi, si renderanno conto che questo sogno è solo l'inizio dell'avventura.
 
Eccitato sulla prospettiva di aver scoperto il deposito d'oro più ricco del secolo, Wells si dirige verso l'America dei finanzieri, dove tutti lo trattano in maniera diversa, come un meschino che sta al di fuori della loro lobby,  tranne la sua fidanzata Kay (Bryce Dallas Howard), commessa in un negozio di mobili che non sa resistere alla sua nuova vita da milionaria, in realtà sarà l'unica a vedere che qualcosa non funziona, ed è triste vederla proteggere il suo uomo dagli avvoltoi di Wall Street che si vogliono impossessare dei soldi e della miniera.

L'apparente fortuna di Wells pare girare negativamente portando notevoli complicazioni. Un minuto prima lo vediamo suonare la campana di apertura della Borsa, dopo si ritroverà disperato, cercando di salvare la sua compagnia con un test, escogitato dal figlio di un dittatore cui si appoggerà finanziariamente, fissando una tigre indonesiana in faccia, cosa che aumenterà il delirio personale del successo.

"Nessuno voleva guardare...Perché? Perché stavamo facendo troppi soldi"

- Kenny Wells (Matthew McConaughey)

Le scene nella giungla ricordano vecchi film simili degli anni quaranta di cercatori d'oro come Il tesoro della Sierra Madre  e La regina d'Africa interpretati da Humphrey Bogart, ma il sudore di McConaughey sotto il sole della giungla o le piogge monsoniche che gli inzuppano gli abiti sono più appariscenti. Il resto del film volge su uno stile La stangata dove ciò che si vede non è quello che sembra. 

Ad un certo punto vediamo alcune scene in flashforward che anticipano alcuni eventi: Wells si trova a subire un interrogatorio da parte di un agente FBI che gli pone diverse domande per capire e sapere la verità della grande truffa anticipata dal titolo, fino a quando la trama arriva a raggiungere queste scene, rivelando quanto profondi sono i guai in cui Wells si è cacciato con la sua miniera indonesiana.


"50 e 50. Dimostra che si sbagliavano tutti"

(Il contratto scarabocchiato da Kenny Wells su un tovagliolo da cocktail)

Il film non sarà perfetto ma è apprezzabile anche per la colorita figura obesa e alcolizzata, nonché sognatrice di McConaughey che incarna il classico sogno americano di diventare ricco dal nulla, ma egli è una sorta di perdente, anche se in una scena Wells dirà che i soldi non sono importanti, ma è trovare l'oro che conta veramente.

Anche il geologo fascinoso e astuto interpretato da Ramirez (lo psicologo de La ragazza del treno) ha una sua rilevanza e insieme i due danno vita a una sorta di amicizia ambigua ma proficua, Ramirez salverà la vita a Wells dalla malaria, e infine gli invierà il tovagliolo con l'accordo, insieme alla sua parte spettante.


La storia vera della grande truffa

La Bre-X era una compagnia che aveva sede in Canada. Venne coinvolta in uno scandalo quando si trovò su un enorme giacimento in Borneo. La compagnia acquistò il sito nel marzo 1993 e nell'ottobre 1995 annunciò di avere trovato una notevole quantità di oro, così da far salire il prezzo delle azioni, si arrivò a una capitalizzazione di oltre 6 miliardi di dollari canadesi.
Nel 1997 un accurata indagine sui campioni dell'oro estratto, scoprì trattarsi di una frode. In poche parole la risorsa del giacimento era molto inferiore di quella annunciata. I carotaggi erano stati falsificati e un esame rivelò che si trattava di oro alluvionale, un tipo di oro proveniente da rocce erose dalle acque, non appartenente a una miniera vera e propria, alcuni campioni erano stati manomessi e mescolati con polvere d'oro.

Tutte le azioni della compagnia crollarono insieme a quelle degli investitori che avevano perso miliardi, diventando cosi uno dei più grandi scandali azionari nella storia del Canada.

David Walsh il fondatore della compagnia nel 1998 si trasferì alle Bahamas professando la sua innocenza. Due uomini armati e mascherati fecero irruzione nella sua casa di Nassau, legandolo e minacciandolo di sparargli se non rendeva tutti i suoi soldi. L'incidente si concluse pacificamente, ma tre settimane dopo, il 4 giugno 1998, Walsh morì per un aneurisma cerebrale a 53 anni.
Vari processi vennero intentati fino al 2007 concludendosi con un verdetto di non colpevolezza per insider trading.



Gold - La grande truffa  Trailer italiano





Gold - La grande truffa
(Gold)
USA - 2016

CAST
Regia: Stephen Gaghan
Attori: Matthew McConaughey - Kenny Wells, Édgar Ramírez - Michael Acosta, Bryce Dallas Howard - Kaylene, Macon Blair - Connie Wright, Adam LeFevre - Bobby Burns, Frank Wood - Scottie Nevins, Corey Stoll - Brian Woolf, Toby Kebbell - Paul Jennings.
Sceneggiatura: Patrick Massett, John Zinman
Fotografia: Robert Elswit
Musiche: Daniel Pemberton con La canzone "Gold"  di Iggy Pop e i Danger Mouse (Brian Burton, Stephen Gaghan, Daniel Pemberton)
Distribuzione
EAGLE PICTURES/LEONE FILM GROUP (2017)
Data uscita:  4 maggio 2017










Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più