cerca

CATTIVISSIMO ME 3

CATTIVISSIMO ME 3
Dal 24 agosto al cinema

a

venerdì 30 settembre 2016

Café Society, Ben Hur e altri film da vedere

Al cinema ritorna il film di Woody Allen in stile anni '30 Café Society, una commedia classica. Il remake epico Ben Hur. La commedia italiana Al posto tuo con Ambra Angiolini e il naturalistico film Abel figlio del vento



Café Society - Woody Allen

Woody Allen ambienta la storia nel 1930 seguendo il viaggio di Bobby Dorfman (Jesse Eisenberg) dal Bronx, dove è nato, a Hollywood, dove si innamorerà, tornando di nuovo a New York, affascinato dalla vita dei locali notturni dell’alta società. Incentrato sugli eventi della vita della famiglia originaria del Bronx di Bobby, il film ritrae lo star sistem dell'epoca fra playboy, giovani debuttanti, politici e gangster con l'emozione ed il fascino dell'epoca.
La famiglia di Bobby è composta dai genitori conflittuali, Rose (Jeannie Berlin) e Marty (Ken Stott), dal disinvolto fratello gangster Ben (Corey Stoll), dalla protettiva ed intelligente sorella Evelyn (Sari Lennick) e da suo marito, l’intellettuale Leonard (Stephen Kunken). Il pensiero del malavitoso Ben si sofferma sul fatto che senza la violenza non si ottiene nulla, mentre gli altri hanno punti di vista più profondi del  bene, il male, la vita e la morte, e la presenza della religione.
Desiderando di più dalla vita, Bobby lascerà la gioielleria del padre per tentare la fortuna a Hollywood, lavorando per lo zio Phil (Steve Carell), un influente agente delle star. Qui Bobby si innamorerà dell’affascinante segretaria dello zio, Vonnie (Kristen Stewart), ma essendo già impegnata con un altro uomo, i due diventano solo amici. Stringerà amicizia con Rad (Parker Posey), proprietaria di un’agenzia di modelle, e con suo marito Steve (Paul Schneider), un ricco produttore.
Quando Vonnie verrà piantata dal fidanzato, Bobby non perderà l’occasione di corteggiarla, e lei alla fine contraccambierà il suo affetto. Ma all'idea di sposarlo e trasferirsi a New York, la donna non accetterà di seguirlo. Amareggiato Bobby tornerà a New York iniziando a lavorare in un night club, promuovendo con la sua abilità rapidamente il club, ribattezzato "Les Tropiques", e facendolo diventare uno dei più frequentati della città. Tutto pare andare a bene per Bobby fino a quando Vonnie si presenterà nel locale. 







Ben-Hur - Timur Bekmambetov

Il film è remake di un celebre  kolossal degli anni '50.  Ben-Hur racconta l’epica vicenda, parallela alla vita di Cristo, di Giuda Ben-Hur (Jack Huston), un giovane dalle nobili origini che sarà falsamente accusato di tradimento dal proprio fratello adottivo Messala (Toby Kebbell), un ufficiale dell’esercito Romano. Allontanato dalla famiglia e dalla donna che ama (Nazanin Boniadi), sarà costretto a vivere in schiavitù. Dopo anni passati in mare a remare in una galea insieme ad altri schiavi, Ben Hur farà ritorno alla propria terra d’origine cercando vendetta, trovando invece la salvezza e la redenzione nella spettacolare corsa delle bighe. 
Una storia hollywoodiana (girata in Italia fra Cinecittà, Matera e Gravina di Puglia) di amicizia, tradimento, vendetta e in speciale modo perdono. In cui la parte religiosa del Messia risulta sbrigativa. Se nel film precedente appariva come una figura misteriosa, mistica, mai inquadrata in volto, qui viene rappresentata apertamente da un saggio falegname che dispensa consigli, abbevera gli assetati e alla fine guarisce i lebbrosi, tra cui la madre e la sorella di Ben-Hur, indirizzando il nostro eroe verso la misericordia. 
Basato sul famoso romanzo di Lew Wallace "Ben-Hur, una storia di Cristo" (1880), vede la partecipazione anche di Morgan Freeman e Rodrigo Santoro.






Al posto tuo - Max Croci

I personaggi della commedia diretta da Max Croci sono Luca (Luca Argentero) affascinante single vegano che ha molto successo con le donne, Rocco (Stefano Fresi) sposato con Claudia (Ambra Angiolini) padre di tre figli, una casa in campagna, con qualche chilo in più, cerca di mantenersi a dieta. Ma se uno è un preciso geometra, l’altro è un eccentrico architetto. L'unica cosa che hanno in comune è il lavoro. Sono entrambi nelle direzione creativa di due aziende di ceramiche e sanitari sull’orlo della fusione, perciò si sfideranno per ottenere l’unico posto di responsabile nella futura società. L' azienda deciderà allora di fare ai due una strana  proposta, uno scambio di vite, mettersi nei panni di un altro,  per cercare di capire le rispettive abitudini e mantenere il posto di lavoro. Ma nel cambio qualcuno ci perde: a Luca non piace la cucina di Claudia ne l'idea di una famiglia, mentre Rocco solo in un appartamento nel centro di Roma soffre della nostalgia di casa.
Una commedia “Buddy Movie”, che vede due caratteri maschili differenti in relazione tra loro, da nemici a partners.






Abel il figlio del vento - Gerardo Olivares

Una famiglia di aquile appare felice quando il loro piccolo, dopo aver lottato con tutte le sue forze, riesce a uscire dall’uovo. Mamma aquila accoglie il piccolo con calore, ma il fratello primogenito vedrà nel nuovo nato un avversario. I genitori cercano del cibo per tutta la famiglia e, nonostante le aquile siano i maggiori predatori del cielo, devono fare attenzione a un grande pericolo: l’uomo. 
Dopo la morte del rapace capofamiglia, per il controllo del territorio i due aquilotti si troveranno a lottare tra di loro per il cibo e per la loro sopravvivenza. Così, mentre la madre è a caccia, l’aquilotto primogenito spingerà il secondo nato fuori dal nido facendolo precipitare, trovandosi poi a passare una notte da incubo attorniato da creature a lui sconosciute che abitano il bosco.
Sarà il dodicenne Lukas (Manuel Camacho) a trovarlo e a prendersi cura di lui. Deciderà di chiamarlo Abel: tra i due inizierà un profondo rapporto di amicizia ma Lukas capirà fin dal primo giorno che non sarà facile proteggere Abel, da un padre cacciatore (Tobias Moretti), e prima di riportarlo nel luogo d'origine  con l’aiuto del guardaboschi Danzer ( Jean Reno) dovrà insegnargli come procurarsi del cibo e a volare. Per Lukas arriverà il tempo di riportare Abel nella natura da cui proviene e di lasciarlo libero, anche per evitare che il padre possa scoprirlo e ucciderlo. Ma non sarà facile per il bambino il distacco da una creatura che ha tanto amato. 
Abel il figlio del vento è il risultato di un emozionante fusione tra lungometraggio e un documentario sulla natura con splendide riprese in ambienti naturali nel Parco Nazionale Alti Tauri in Austria e nel Tirolo.




Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più